Strumenti indispensabili per gestire una Scuola dell’Infanzia

La scuola dell’infanzia si occupa della gestione di bambini dai 3 ai 6 anni. Per interessare, intrattenere e catalizzare l’attenzione in questa fascia d’età è necessario ricordare che sono in una fase molto attiva e fisica, dove la soglia d’attenzione è bassa e dura poco tempo.
E’ importante, quindi, che la scuola sia fornita di diverse proposte didattiche e ludiche in modo che i bimbi possano, nel corso della giornata, spaziare e variare molto spesso gioco, traendo da ognuno il massimo profitto, sfruttando l’entusiasmo e la curiosità, e non essere costretti ad annoiarsi e quindi ridursi al gioco o all’ascolto passivo. Vediamo alcune cose che potrebbero tornare utili per la gestione di una giornata tipo in una scuola dell’infanzia.

Un angolo del riposo
I bimbi piccoli, soprattutto quelli inseriti il primo anno, forse sono ancora abituati a un sonnellino durante la giornata. E’ importante allestire un angolino tranquillo con dei materassini, ne basta solo qualcuno, per dare la possibilità, in caso di necessità, di fare un breve riposo nel pomeriggio o dopo il pranzo. La carenza di sonno ha effetti piuttosto violenti su bambini di 3/4 anni rendendoli nervosi, irritabili, incapaci di concentrarsi su qualsivoglia attività. In caso un bimbo mostrasse questi sintomi è preferibile concedergli un momento di sonno piuttosto che insistere e cercare di distrarlo con ulteriori stimoli che andrebbero ad intensificare il suo malessere più che a placarlo.

Un angolo creativo
Nella classe di una scuola dell’infanzia non dovrebbe mai mancare una zona dove i piccoli possano esprimere liberamente la loro creatività. Un angolo sempre fornito di fogli, pennarelli, matite colorate, colla e forbici con punte arrotondate. Un piccolo studio artistico dove potranno disegnare, ritagliare, incollare. Un’idea potrebbe essere mettere a loro disposizione diverse soluzioni pittoriche. Pennelli, gessetti, pastelli a cera, riviste da ritagliare per fare dei collage, pennarelli di varie misure per sperimentare diverse linee ed effetti, acquerelli, plastilina modellabile. Dare molta scelta spinge i bambini a sperimentare cose nuove, a fare esperienze con le proprie mani e la propria testa e testarne personalmente i risultati.

Molte costruzioni e tappeti
Stendere dei tappeti, anche tappeti da gioco, per esempio disegnati a mo’ di casetta delle bambole, sui quali fare interagire bambole o pupazzi o a mo’ di pista per le macchinine, è una buona idea. I bimbi amano sedersi per terra, si sentono liberi di muoversi e di giocare in vari modi. Fornirsi di molte costruzioni è un’altra ottima idea. Magari sceglierne di materiali e forme diverse, grandi e gommose per i più piccoli, di dimensioni ridotte o di legno per i più grandi che hanno una manualità più allenata. Invitare i bambini a costruire qualcosa insieme, magari organizzati in piccoli gruppi, è un gioco funzionale alla socializzazione, alla creazione di spirito di squadra. Si può suggerire un tema. Per esempio costruire un città e i bimbi, usando costruzioni anche mescolate per colori e materiali, si adopereranno insieme per realizzare il piccolo progetto.

La lavagna
La lavagna col gesso è un simbolo universale di scuola. Introdurla, almeno visivamente, già alla scuola dell’infanzia è sicuramente una buona idea perchè inizia a tracciare, visivamente e gestualmente, un percorso scolastico che durerà per anni. Magari si può usare per scrivere ogni giorno la data, inserendo il concetto di tempo, settimana, mese e stagioni. Darle un’importanza ma non un ruolo troppo segnante o impositivo.

Le attrezzature di base
Naturalmente, per gestire al meglio una scuola dell’infanzia, serve un arredamento di base. Tavoli e sedie a misura di bambino, possibilmente un armadietto per ogni iscritto in modo che possa riporre il cappotto, il cambio di vestiti, le scarpe o qualsiasi suo effetto personale. Necessario avere dei servizi igienici adeguati alla quantità di bambini presenti e di dimensioni giuste per bambini. Meglio i lavandini con erogazione d’acqua a fotocellula per evitare sprechi in caso i piccoli non chiudessero i rubinetti dopo averli utilizzati. Molto importante avere tutto il necessario per servire i pasti con igiene e correttezza quindi carrelli, stoviglie adeguate, posateria e bicchieri in numero sufficiente per tutti. Inoltre sarebbe bello che la scuola fosse fornita di un impianto di diffusione di musica, per poter creare, in alcuni determinati momenti, magari dopo pranzo, degli attimi rilassanti mettendo delle melodie che concilino la distensione. Per concedere ai bambini una ricarica fisica ed emotiva prima di passare alla seconda parte della giornata di attività e apprendimento.

Easynido, il programma gestionale per la tua scuola d’infanzia
Gestire una scuola d’infanzia non è cosa semplice ed è per questo che, se ricopri un ruolo direttivo di una struttura del genere, avrai di certo bisogno di un efficiente sistema gestionale online.
In tal senso ti consigliamo Easynido.it che è uno dei più semplici quanto efficienti sistemi gestionali per asili e, appunto, scuole d’infanzia.
Non è legato al download di app, ma funziona attraverso un sistema di cloud online che permette l’accesso da qualsiasi dispositivo sincronizzato.
In tal senso possono accedervi anche gli insegnanti e agli altri collaboratori, per condividere le notizie e la turnistica, le presenze, le attività di laboratorio, ecc.
Easynido è utile anche per i genitori ai quali inviare comunicazioni, video e foto dei loro bambini e gestire anche tutta la parte burocratica (fatturazione, personale, incassi, ecc).
Tutti i dati saranno conservati e disponibili all’occorrenza, le comunicazioni più veloci e il lavoro di tutto lo staff efficiente e facilitato. Puoi provarlo gratuitamente per 30 giorni collegandoti a Easynido.it e sperimentare la sua utilità per coordinare tutte le attività della tua scuola d’infanzia.