Cucinare con i bambini: come preparare dei simpatici biscotti pasquali con i bambini della scuola dell’infanzia

Come riuscire ad accrescere l’autonomia e l’autostima dei bambini, nonché la loro capacità a cooperare in gruppo? La risposta è molto semplice: insegniamo loro a cucinare. Considerando l’avvicinarsi del Pasqua, un’idea potrebbe essere quella di preparare dei simpatici biscotti pasquali. Naturalmente, affinché ciò sia realizzabile, occorre che nella scuola dell’infanzia ci sia tutto il materiale necessario, compreso un forno in cui cuocere i biscotti. Vediamo come procedere passo dopo passo.

Reperire il materiale necessario

Una prima fase, se vogliamo anche divertente, è quella del reperimento di tutto quanto è necessario per preparare i biscotti. Si potrebbe pensare di affidare a ciascun bambino/a l’incarico di portare un ingrediente da casa (come il burro, la farina o lo zucchero) o magari dedicare una mattina per una uscita didattica ed accompagnare i bambini ad acquistare di persona tutti gli ingredienti che servono per preparare i biscotti. Oltre agli ingredienti (farina, uova, zucchero, burro e lievito), occorreranno anche degli utensili, come mattarelli e degli stampini. Nel caso in cui la scuola non disponga degli oggetti necessari, si può chiedere ai bambini di portarli da casa.

Spiegazione della ricetta e assegnazione dei compiti ai bambini

Una volta acquistati tutti gli ingredienti, la maestra spiegherà ai bambini la ricetta per realizzare i biscotti, assegnando ad ognuno un compito ben specifico. L’ideale sarebbe formare dei gruppi di 3 o 4 bambini, dove ognuno dovrà svolgere l’incarico che gli è stato assegnato, ovvero c’è chi dovrà pesare gli ingredienti con la bilancia, chi dovrà metterli dentro alla ciotola e chi dovrà impastare. Ognuno poi, dovrà stendere la pasta frolla e ricavare dei biscotti pasquali usando gli stampini che preferisce.

Esecuzione della ricetta

Una volta che l’insegnante avrà spiegato come fare, ogni bambino dopo essersi lavato le mani e aver indossato il proprio grembiulino, svolgerà l’incarico che gli è stato assegnato, naturalmente sempre sotto la supervisione della maestra. Va da se che anche il banco da lavoro dovrà essere ben pulito e questo per permettere ai bambini di poter in un secondo momento mangiare i biscotti che hanno preparato. Per preparare la pasta frolla non ci sarà bisogno di nessun utensile, occorreranno solo delle mani per impastare.

Ricavare i biscotti e cuocerli

Dopo aver preparato la pasta frolla è arrivato il momento di stenderla usando dei piccoli mattarelli. A questa fase sarebbe bene partecipassero tutti i bambini. Dopo aver ripulito i banchi da lavoro e averli spolverati con della farina per evitare che la pasta si attacchi, si dà un pezzo di pasta ad ogni bambino in modo che la possa stendere e poi ricavare dei biscotti in tema pasquale. Non sarà difficile procurarsi degli stampini a forma d’uovo o di coniglietto. Una volta pronti, si foderano delle teglie con della carta da forma e si dispongono sopra i biscotti. Poi, solo ed esclusivamente gli insegnati, provvederanno a mettere nel forno i biscotti per la cottura.

Decorazione dei biscotti

Una volta cotti, gli insegnati tireranno fuori i biscotti dal forno e li adageranno su un piano in modo da farli raffreddare. Nel mentre chi i biscotti cuociono, tutti insieme bambini e maestre si dedicheranno alla pulizia dell’aula. Una volta che i biscotti sono cotti e fatti raffreddare, arriva un altro momento molto divertente, ovvero la decorazione dei biscotti. Per farlo occorreranno dello zucchero a velo, qualche colorante alimentare e qualche decorazione come codette o palline colorate di zucchero. Per decorare i biscotti basteranno delle ciotoline, dei cucchiaini e delle piccole spatoline in plastica.

Qualora tutta la fase della preparazione e cottura vera e propria dei biscotti non fosse realizzabile in struttura, si potrebbe sempre optare di portare dei biscotti di pasta frolla forma di coniglietti, uova o pulcini già pronti per essere decorati. A questo punto i bambini armati di glasse, cioccolata, codette, zuccherini e tutto l’occorrente per decorare potrebbero dare libero sfogo alla loro fantasia.

L’ora della merenda

Quando i biscotti sono pronti e ognuno ha realizzato il suo capolavoro, arriva il momento più bello, ossia quello di mangiare ciò che si è realizzato con le proprie mani. Quale migliore soddisfazione per un bambino se non quella di poter gustare un biscotto realizzato con le proprie mani? Prima però che tutto scompaia nelle loro pance, sarebbe carino scattare delle foto in modo da conservare questo bel ricordo e magari condividerlo con i genitori. Meglio sarebbe se si riuscisse a realizzare un filmino di tutta la fase della preparazione dei biscotti per poi donare un CD ad ogni bambino.