Fiducia: 3 favole che insegnano la fiducia ai bambini dell’asilo

Tra le cose che devono essere insegnate ai bambini della scuola dell’infanzia c’è il concetto di fiducia. La fiducia deve infatti diventare un sentimento che i piccoli possono provare nei confronti di una persona cara, come un familiare, un parente ma anche verso la propria educatrice.
Per insegnare i sentimenti e le emozioni ai bambini della scuola materna possono essere di grande aiuto le favole. Di seguito verranno elencate tre favole che insegnano la fiducia ai bambini.

Favola sulla fiducia: Roccia il lupo

La fiaba dal titolo “Roccia e il lupo” racconta di un lupo buono di nome Roccia, dall’animo nobile che amava le bellezze della natura e poetare su di esse. Un giorno, mentre girovagava nei boschi, si accorse che una piccola coccinella era caduta nel fiume dopo aver cercato di raccogliere una grossa ciliegia dal ramo che si era staccata cadendo nel fiume e trascinando con sé anche il piccolo insetto.
Il lupo Roccia, vedendo la piccola coccinella in difficoltà, si avvicinò alla sponda del fiume pronto a tuffarsi per salvarle la vita. Tutti però intorno a lui gli dicevano di non farlo, perché la corrente era troppo forte e la coccinella troppo distante e lui non sarebbe mai riuscito a raggiungerla. Roccia, incurante delle voci provenienti dal bosco, si tuffò lo stesso nelle acque agitate del fiume e nuotò per raggiungere il piccolo animale che, nel frattempo, nonostante la paura di annegare, si era fatto influenzare da tutti quelli che dicevano che il lupo non sarebbe mai riuscito a salvarla.
Quando Roccia fu vicino le disse di saltare sul suo naso e la coccinella lo fece. Il lupo riuscì a nuotare fino alla riva ed entrambi si salvarono.
Questa favola insegna a fidarsi di qualcuno pronto a rischiare la propria vita per salvarne un’altra, nonostante tutto intorno a lui dica l’esatto contrario.

Favola sulla fiducia: tre gatti, due rametti, un tesoro

Nella favola “Tre gatti, due rametti, un tesoro” viene raccontata la storia di un bambino di nome Jacopo che viveva in una piccola casetta insieme alla sua mamma e ai suoi due fratelli. La famiglia aveva poche possibilità economiche e Jacopo, per aiutare la sua mamma, partì alla ricerca di un lavoro. Dovunque andasse, però, nessuno era disposto a dargli un lavoro perché era troppo piccolo e mingherlino.
Jacopo decise allora di tornare a casa passando per il bosco dove vide una casetta. Si avvicinò speranzoso di trovare lì un impiego. Gli aprì una vecchietta che, presa dalla tenerezza dei confronti del volenteroso ragazzino, decise di aiutarlo proponendogli un piccolo lavoretto: accudire i suoi gatti.
Jacopo prese a cuore l’impiego e ogni giorno cercava di fare tutto quello che serviva per rendere felici i gatti ma questi riuscivano spesso a scappare e lui si trovava a girare per il bosco alla loro continua ricerca.
La vecchietta ogni sera tornava a casa e, felice del lavoro svolto da Jacopo gli diceva sempre: se pazienza, fiducia, speranza avrai, una gran ricompensa tu otterrai.
Ogni giorno Jacopo tornava alla casetta della signora per accudire i gattini e, ogni giorno ne spariva uno che lui però riusciva sempre a salvare da mille pericoli grazie al suo coraggio e alla sua pazienza. Nel farlo, incontrava sempre lungo la sua strada delle persone che avevano bisogno di aiuto. L’ultimo dei tre giorni Jacopo incontrò sulla via un’anziana signora che aveva bisogno di qualcuno per aiutare a infilare delle perline. Nonostante Jacopo fosse in ritardo decise comunque di aiutarla e, arrivato alla casetta della signora, si trovò davanti una sorpresa: la donna era infatti la fiducia e, per premiare il bambino, regalò lui la sua casa dove passò il resto della sua vita con la mamma e i due fratellini.
In questa favola il bambino di nome Jacopo si fidò della signora che gli ripeteva sempre la stessa frase e nonostante i momenti difficili, infatti, il bambino non ha smesso di fidarsi della signora che alla fine è stata di parola regalandogli quello che il piccolo sognava.

Favola breve sulla fiducia: Una storia… cortissima

Per insegnare la fiducia ai bambini può essere utilizzata anche la favola dal titolo “Una storia… cortissima” che permette anche loro di comprendere il valore dell’amicizia e l’importanza del gioco sociale.
In questa storia, un lupo buono, si trovava sempre solo perché tutti avevano paura di lui. In realtà il lupo non avrebbe fatto mai del male a nessuno ma, nonostante questo, nessuno degli animali voleva giocare con lui perché tutti avevano paura che lui li attaccasse per poi mangiarli.
Un giorno però, la pecora Tobia con coraggio si avvicinò a lui e iniziarono a giocare insieme. Il lupo fu talmente contento che i giorni successivi cercò di avvicinarsi anche agli altri animali: un uccellino, un cane e un cavallo. I primi due però non si fidavano del lupo e lo cacciarono. Il cavallo, invece, si avvicinò a lui e iniziò a giocarci insieme, da allora divennero amici inseparabili.

Conclusioni

È molto importante insegnare ai bambini fin da piccoli il concetto di fiducia.
La fiducia deve essere collegata al sentimento dell’amicizia e dell’amore per cui è importante che ogni favola spieghi ogni tipo di emozione provata connessa e collegata alla fiducia.